Spedizione Gratuita da 39€

Rimedi e Cure

Cure per la Dermatite Seborroica

Cure per la Dermatite Seborroica

Tempo di lettura 6 minuti

La dermatite seborroica è una malattia infiammatoria della pelle che colpisce in particolar modo il volto e il cuoio capelluto, anche se può presentarsi anche in altre zone del corpo. 

SI tratta di un’infiammazione causata dalla moltiplicazione troppo rapida delle cellule della pelle e da un’elevata attività delle ghiandole sebacee. Questo tipo di disturbo si manifesta soprattutto all’attaccatura dei capelli, in sede retro-auricolare e nei solchi naso-labiali.

Per scoprire quali sono le cure per la dermatite seborroica continua a leggere:

1.  Cos’è la Dermatite Seborroica

Quando parliamo di dermatite seborroica ci riferiamo a quel particolare tipo di malattia infiammatoria che colpisce il volto e il cuoio capelluto

Il disturbo è dato da un’infiammazione che nasce a seguito della della moltiplicazione troppo rapida delle cellule della pelle oda un’elevata attività delle ghiandole sebacee.

La sintomatologia di questo problema è variabile ma normalmente prevede prurito, bruciore, arrossamenti della pelle, squame e/o forfora. Il problema colpisce poi, in particolar modo, l’attaccatura dei capelli, la sede retro-auricolare, i solchi naso-labiali e le sopracciglia.

 

DERMATITE SEBORROICA

2. Le cause più comuni

Si tratta di un disturbo abbastanza comune tra gli uomini di età compresa tra i 30 e i 40 anni. In realtà però è un problema che può riguardare anche i neonati e in questo caso prende il nome di crosta lattea (che è appunto una forma differente di dermatite seborroica).

Le cause più comune del disturbo non sono ancora del tutto individuati ma in generale si sviluppa a partire per via di fattori ambientali, genetici, endocrini ed alimentari.

I livelli di sebo della cute svolgono un ruolo fondamentale nella patogenesi della dermatite seborroica. La nostra risposta immunitaria a questo fattore causa l’irritazione della pelle. Quando le cellule si sfaldano vengono prodotte squame untuose e gialle che hanno l’aspetto di crosticine.

Il punto in cui sorge più frequentemente l’infiammazione è senza dubbio il cuoio capelluto dove il sebo alterato agevola la proliferazione. Il disturbo si attiva in caso di ghiandole sebacee iperattive e si verifica soprattutto con il freddo (mente migliora in Estate). L’esposizione al sole, infatti, stimola le naturali difese della pelle.

Le condizioni che più agevolano la comparsa della dermatite sono:

  • stato di stress
  • abuso di alcol
  • dieta sregolata

Ulteriori fattori di rischio che possono provocare la comparsa del disturbo sono: immunodepressione; malattie neurologiche croniche; insonnia; disfunzioni ormonali; carenza di biotina e piridossina.

Questa malattia non è trasmissibile ma ad esso si associano spesso disturbi quali: la psoriasi, la rosacea e può essere aggravata tra i pazienti con HIV o affetti da disturbi neurologici.

3. I sintomi

I sintomi di questa patologia si manifestano in modo graduale: in un primo momento la pelle si arrossa e si ricopre o di squame secche o di forfora, a seguire si avverte un prurito e un senso di bruciore variabile.

I casi più gravi presentano papule squamose di colore rosso-giallastro all’altezza del cuoio capelluto e croste gialle secche.

Per quanto riguarda la dermatite nei neonati questa si manifesta attraverso la comparsa di papule rosse al volto; lesioni spesse; croste giallastre del cuoio capelluto.

Quando il problema si sviluppa sul viso le papule spuntano intorno ai solchi naso-labiali e nella zona delle sopracciglia. Se invece la zona colpita è il cuoio capelluto la pelle appare squamata.

Anche altre zone dotate di peluria come il bordo della palpebra e pube, la barba e zona dello sterno, possono essere colpite da questo disturbo e su di esse si manifestano i medesimi sintomi.

 

SINTOMI DERMATITE

4. Come riconoscere la Dermatite Seborroica

Per riconoscere la dermatite bisogna rivolgersi al dermatologo che, tramite un esame istologico o citologico di un campione di tessuto, può diagnosticare il disturbo. Per evidenziare il problema si usa una lampada di Wood a raggi ultravioletti che rende fluorescente la zona interessata. 

E’ possibile evidenziare la presenza di gruppi di cellule di lievito e lunghi filamenti attraverso l’osservazione diretta per microscopio.

 

 

5. I trattamenti

Per migliorare la sintomatologia legata al disturbo è possibile ricorrere a prodotti specifici a base di sostanze ad azione antiseborroica ed antimicotica. Di solito per trattare il problema a livello locale, questi prodotti sono in formato di crema o in compresse.

Vengono usati prevalentemente lo zinco piritione, il solfuro di selenio e il ketoconazolo. In casi più complessi si può rendere necessario, ma solo per brevi periodi, il ricorso a cortisonici. Questi alleviano il dolore ma rendono anche più sensibile la pelle e possono provocare effetti collaterali.

Quando la dermatite colpisce il cuoio capelluto si consiglia di adottare tipi di shampoo ad azione antimicotica e seboregolatrice

Come possibile trattamento da adottare contro questo problema c’è anche la fototerapia, mentre come forma di prevenzione e rimedi giornalieri home made si può semplicemente: evitare di grattarsi, i prodotti potenzialmente irritanti, i saponi e i detergenti troppo aggressivi. Consigliamo di prediligere sempre detergenti delicati e lenitivi senza profumi, senza conservanti e senza tensioattivi.

 

 

 

Un esempio è Dermovitamina Olio lavante lipoproteico, ideale per la detersione quotidiana della pelle più delicata, sensibile o soggetta a irritazione. Deterge con delicatezza, rispettando il film idrolipidico cutaneo, previene e contrasta secchezza e disidratazione. Specifico per pelli extra secche, sensibilizzate, con tendenza ad atopia, allergie, psoriasi, squamose e soggette a prurito, di bambini e anziani. Contiene esteri dell’olio di Oliva, si presenta con un’ottima scorrevolezza e tocco non untuoso. Contiene vitamina E, ad azione eutrofica e antiossidante. Contiene inoltre CALMILENE: una associazione di particolari ingredienti ad effetto lenitivo, specifici per la pelle.

6. I farmaci per la Dermatite Seborroica

 

 

Per trattare quelli che sono i sintomi della dermatite seborroica solitamente si sceglie di utilizzare uno shampoo antiforfora atto a contrastare la desquamazione e la secchezza della pelle.

Per il cuoio capelluto, serve utilizzare anche scrub appositi per grattare via le cellule morte. Quando il disturbo si manifesta in maniera particolarmente aggressiva è possibile iniziare una duplice terapia: applicando cioè formulazioni ad applicazione topica e assumendo farmaci specifici come:

  • Idrocortisone un farmaco steroide ad applicazione topica;
  • Desametasone, corticosteroide correlato a disturbi immunitari;
  • Ciclopirox un antifungino ad applicazione topica; 
  • Ketoconazolo reperibile sotto forma di gel, schiuma e crema; 
  • Solfato di selenio disponibile anche come shampoo o schiuma;
  • Zinco piritione che previene l’alopecia causata da dermatite seborroica. 

Per i detergenti da usare si raccomanda di scegliere quelli contenenti acido salicilico, zinco, catrame di carbone, selenio. Nei casi più gravi possono essere prescritti anche shampoo e lozioni più potenti, formulati quindi con corticosteroidi, chetoconazolo o sostanze immunomodulatrici.

Quando si utilizza uno shampoo anti-seborroico si ricorda di distribuirlo sul cuoio capelluto in piccole dosi e di massaggiare energicamente. Il connubio di questi prodotti, shampoo o creme e farmaci, se usati correttamente, permette di curare il disturbo.

7. I migliori prodotti contro la dermatite

Tra i migliori prodotti contro la dermatite disponibili sul mercato, vi consigliamo:

  1. Dermovitamina calmilene dermatite atopica azione intensiva, specifica per il trattamento e la prevenzione di problematiche dovute a cute secca, sensibile, xerosica, irritata, o soggetta a dermatiti. Arricchita con uno speciale complesso di sostanze idratanti, ristrutturanti e lipido-simili, contribuisce a ripristinare e mantenere il film idrolipidico cutaneo. La detersione con prodotti dermoaffini, l’applicazione di prodotti topici di mantenimento, in grado di contribuire efficacemente a riparare la barriera epidermica e ripristinare livelli fisiologici di idratazione cutanea, in associazione a trattamenti intensivi per la fase acuta, rappresentano l’approccio ideale nella gestione di tali manifestazioni.

 

  1. C’è poi la Dermovitamina calmilene sensioil ideale per la detersione quotidiana della pelle più delicata, sensibile o soggetta a irritazione. Deterge con delicatezza, rispettando il film idrolipidico cutaneo, previene e contrasta secchezza e disidratazione. Specifico per pelli extra secche, sensibilizzate, con tendenza ad atopia, allergie, psoriasi, squamose e soggette a prurito, di bambini e anziani. Contiene esteri dell’olio di Oliva, si presenta con un’ottima scorrevolezza e tocco non untuoso. 

 

  1. Dermovitamina CALMILENE ideale trattamento cosmetico per riequilibrare e mantenere il film idrolipidico cutaneo, in caso di arrossamenti. Indicata per adulti, bambini, anziani. Contiene sostanze idratanti e ristrutturanti che si trovano in natura come pantenolo, bisabololo, trealosio, colesterolo e ceramide. Indicato per l’idratazione quotidiana della pelle secca e arrossata, con tendenza ad irritazioni, atopia, dermatiti e psoriasi. Può essere utilizzata su tutto il corpo e sul viso, anche sulla cute estremamente secca.

8. Differenze con la psoriasi

Per distinguere la dermatite dalla psoriasi basta ricordare che la seconda è una malattia infiammatoria avente come conseguenza principale la comparsa di lesioni a placche, arrossamento, lieve prurito e desquamazione. 

 

 

Questo disturbo è di tipo cronico-recidivante è quindi caratterizzato da periodi di remissione alternati ad altri di ricomparsa. La psoriasi del cuoio capelluto è dovuta soprattutto a un malfunzionamento del sistema immunitario che induce alla proliferazione delle cellule dell’epidermide.

In molti casi il problema nasce a seguito di eventi dolorosi o stressanti, o o in concomitanza con infezioni che causano l’abbassamento delle difese immunitarie.

Cosa ricordare in caso di Dermatite Seborroica:

La dermatite seborroica è una malattia infiammatoria della pelle che colpisce in particolar modo il volto e il cuoio capelluto, anche se può presentarsi anche in altre zone del corpo. Si tratta di un’infiammazione causata dalla moltiplicazione troppo rapida delle cellule della pelle e da un’elevata attività delle ghiandole sebacee. In questo articolo ci occuperemo di come combattere la dermatite seborroica: i migliori farmaci per curarla.

I suoi sintomi sono: forte prurito, bruciore o pelle squamata con arrossamenti o forfora.

Il disturbo si manifesta soprattutto all’attaccatura dei capelli, in sede retro-auricolare e nei solchi naso-labiali. Le sue cause sono da attribuirsi a una serie di fattori ambientali, genetici, endocrini ed alimentari.

Sinatop youderm detergente quotidiano delicato

Prodotto cosmetico con formulazione specifica per l’igiene quotidiana delle pelli secche e sensibili, e con tendenza alla dermatite atopica.

da 16,20 €
Aggiungi
Kuten oil shampoo

Kuten Oil è uno shampoo sebonormalizzante che regola la produzione di sebo eccessivo tipico del cuoio capelluto grasso.

da 12,90 €
Aggiungi

Le domande più frequenti sulla Dermatite

Cos’è la Dermatite Seborroica?

Una malattia infiammatoria della pelle che colpisce in particolar modo il volto e il cuoio capelluto

Come si manifesta ?

I suoi sintomi sono: forte prurito, bruciore o pelle squamata con arrossamenti o forfora.

Perchè nasce la Dermatite?

Le sue cause sono da attribuirsi a una serie di fattori ambientali, genetici, endocrini ed alimentari.

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
">
Comunicati
Consigli di Salute
Cura del benessere
Rimedi e Cure
Sintomi e rimedi
Strumenti di salute
Uncategorized