Spedizione Gratuita da 39€

Cura del benessere

Fermenti Lattici, quali sono i Migliori

Fermenti Lattici, quali sono i Migliori

Tempo di lettura 6 minuti

Si sente parlare spesso di fermenti lattici come forma di alleati del nostro organismo. Ma in quanti sanno davvero cosa sono i fermenti lattici?

I fermenti lattici non sono che batteri lattici capaci di metabolizzare il lattosio e gli zuccheri presenti nel latte. Per riuscire a capire meglio di cosa si tratta vi proponiamo una guida che vi permetterà di scegliere i fermenti lattici migliori alle vostre esigenze.

Nel dettaglio parleremo di:

1. Che cosa sono i fermenti lattici

I fermenti lattici, come già accennato, sono dei batteri appartenenti a un gruppo di microrganismi con funzione metabolica. A livello farmaceutico i fermenti lattici vengono prodotti come integratori alimentari per supportare alcuni funzionamenti naturali. Perché questi fermenti sono utili all’organismo? 

La fermentazione lattica è un processo molto importante che riguarda il metabolismo energetico dei batteri. Grazie alla fermentazione viene convertita una molecola di glucosio in due molecole di acido piruvico che vengono poi ridotte in acido lattico. I fermenti lattici contribuiscono quindi a produrre acido lattico, essenziale per il nostro corpo.

Esistono due tipi principali di fermenti lattici:

  • probiotici
  • prebiotici

 

FERMENTI LATTICI PREBIOTI E PROBIOTICI
Esistono due tipi di fermenti lattici

 

I fermenti lattici probiotici rinforzano le difese immunitarie e sono i fermenti con funzioni intestinali. I fermenti lattici prebiotici, invece, hanno funzione proliferativa, aumentano la presenza dei batteri della flora intestinale e sono essenziali per l’equilibrio della flora batterica.

2. A cosa servono i fermenti lattici

Una volta assodato che i fermenti lattici non sono altro che semplici batteri, cerchiamo di stabilire perché servono al nostro organismo. 

Avendo una funzione metabolica o proliferativa dei batteri (buoni), i fermenti lattici sono alleati importanti per il buon funzionamento del nostro intestino. Servono a sostenere e difendere i batteri della flora intestinale che impediscono la comparsa di agenti patogeni.

 

PROCESSO INTESTINALE
Questi integratori favoriscono il regolare funzionamento intestinale

 

Assumere fermenti lattici contrasta i patogeni e rafforza le nostre naturali difese immunitarie. Sono dei veri e propri rinforzi per il nostro organismo e i benefici che il corpo ne guadagna sono diversi.

Il potenziamento della nostra flora batterica garantisce la crescita dei batteri buoni da cui è popolato il nostro intestino e che hanno il compito cruciale di sintetizzare i residui della digestione. I fermenti migliorano la digestione di fibre, carboidrati e proteine che, se non vengono sintetizzati regolarmente, possono provocare la proliferazione di agenti patogeni. 

Le conseguenze fisiche di una cattiva digestione possono essere dolori addominali e crampi. Ma a impedire l’insorgenza di questi problemi intervengono i batteri della flora intestinale. I fermenti lattici servono quindi a rafforzare e amplificare l’operato proprio di questi batteri, essenziali per il coretto funzionamento dell’organismo.

3. Quando e come prenderli

Quando è meglio assumere i fermenti lattici? Questa è una domanda  molto comune tra le persone e di cui spesso non è chiara la risposta. Come detto, i fermenti lattici sono integratori alimentari che aiutano a rinforzare la propria flora batterica. Hanno quindi una funzione di potenziamento e prevenzione, ma non propriamente curativa, seppur possano aiutare in caso di problemi intestinali.

Molti assumano fermenti lattici con regolarità solo per migliorare e mantenere attivo il processo intestinale. I fermenti possono infatti essere presi anche se si sta fisicamente bene. Se siete però in uno stato di stress, e state conducendo una cattiva alimentazione, consigliamo vivamente l’uso di fermenti per riuscire a ristabilire il regolare flusso digestivo.

Anche in caso di trattamento antibiotico, magari a seguito di una febbre, si consiglia di accoppiare alla terapia dei fermenti lattici così da non incorrere in problemi intestinali come la diarrea. Perchè? Gli antibiotici attaccano e sconfiggono i batteri causa della febbre ma mettono anche in subbuglio la nostra flora batterica, prendere quindi dei fermenti lattici aiuta a ripristinare il regolare flusso intestinale.

Stabilito che in caso di trattamento antibiotico, periodi di forte stress, o solo come forma di prevenzione e rafforzamento immunitario, è possibile assumere fermenti lattici regolarmente, come vanno ingeriti? Basta tener presente tre regole fondamentali per sapere come e quando assumerli:

  •  vanno presi sempre a digiuno e lontano dai pasti
  • vanno presi tutti i giorni
  • e affinché abbiano effetto occorre assumerli per minimo tre settimane

 

COME ASSUME I FERMENTI LATTICI
Quando e come assumere gli integratori

 

Si consiglia inoltre di scegliere dei fermenti contenenti almeno un miliardo di batteri per bustina o capsula che sia.

4. I fermenti lattici vivi

Fermenti lattici o fermenti lattici vivi? Qual è la differenza? Nessuna, sono solo modi diversi di chiamare la stessa cosa. Non preoccupatevi quindi di specificare che i fermenti che state cercando devono essere “vivi”. Tutti i fermenti lattici lo sono.

Vengono chiamati “vivi” perché si tratta di batteri effettivamente vivi e attivi che producono, tramite un processo di fermentazione, l’acido lattico che aiuta a prevenire patogeni e tutti i disturbi legati al sistema gastroenterico.

 

FERMENTI LATTICI VIVI-

 

Tutti i fermenti sostengono le regolari funzionalità intestinali, aiutano ad eliminare i gas e migliorano la motilità in caso di diarrea o stitichezza. I loro batteri sono essenziali per il processo di sintesi e assorbimento di alcuni gruppi vitaminici specifici, quali: acido folico, ferro, vitamina C e vitamina A, B1, B2, B12, PP,  e K. 

Questi prodotti contribuiscono anche a risolvere disturbi di tipo infiammatorio – sempre legati al livello intestinale ovviamente – sono quindi ottimi deterrenti per la colite, tipica nei soggetti con intestino irritabile. Possono contrastare tutte le patologie e i sintomi legati all’alterazione batteria (come candida, cistite, intolleranze alimentari e dermatite allergica).

5. I probiotici

Come detto i fermenti lattici possono essere di tipo probiotico o di tipo prebiotico. Andiamo quindi a vedere quali sono le differenze tra queste due categorie.

Iniziamo dai probiotici. Cosa sono? Microorganismi che, se assunti in modo adeguato, apportano un gran beneficio alla salute dell’ospite. Questi microorganismi compiono i processi fermentativi e di smaltimento di tutti quelli che sono i residui della nostra digestione (come carboidrati, proteine e fibre).

Normalmente la nostra flora batterica è capace di sintetizzare solo modeste quantità di vitamina K e biotina, che sono sostanze imprescindibili per la protezione delle ossa e per la coagulazione del sangue. I miliardi di batteri che popolano il nostro colon e che costituiscono la cosiddetta flora batterica, hanno quindi bisogno di sostegno.

E’ importante supportare il lavoro della flora batterica tramite probiotici perchè in caso di fermentazione di frammenti di cibo (dovuti a una cattiva digestione) si rischia di accumulare gas nell’intestino e favorire così la comparsa di crampi a dolori addominali.

Questi sintomi possono verificarsi quando mangiano troppo o ci abbuffiamo. Se affatichiamo il nostro sistema intestinale aumentiamo insomma il rischio di meteorismo. Una stato digestivo compromesso può generare diversi problemi alla flora batterica, per evitare questa alterazione di sistema, i probiotici intervengono per assicurare un corretto smaltimento dei residui intestinali e per mantenere e garantire l’equilibrio della flora. Aderendo alla mucosa intestinale, prevengono inoltre l’insorgenza di ceppi batterici patogeni.

Possiamo quindi dire che i probiotici sono batteri “buoni” utili al nostro intestino. Grazie al loro intervento viene mantenuto un equilibrio all’interno della flora intestinale e così facendo l’intestino funziona meglio. 

Se vuoi sapere di più sulle loro differenze tra probiotici e fermenti lattici e sul loro funzionamento, ti consigliamo la visione del video a seguire.

 

6. I prebiotici

I fermenti lattici prebiotici sono sempre microrganismi positivi ma, a differenza dei probiotici che hanno funzione difensiva e di smaltimento, si occupano più specificatamente di nutrire i batteri presenti nella flora intestinale. Anche loro concorrono al corretto funzionamento intestinale, ne mantengono l’equilibrio batterico e ne favoriscono la crescita. I prebiotici, però, non vengono assorbiti dall’organismo ma diventano il sostentamento della nostra flora batterica. 

I prebiotici favoriscono la crescita e l’attività dei batteri funzionali all’intestino. Grazie a loro la nostra flora batterica aumenta di numero. I prebiotici sono per lo più glucidi e fibre e hanno origine vegetale. Solo alcuni di questi possono essere digeriti dall’intestino tenue e tutti gli altri sono indigeribili, per questo destinati diventato nutrimento per i batteri. Sono utili alla salute del corpo perché contribuiscono a diminuire il pH fecale e fanno proliferare i simbionti, che hanno funzione anti patogena. I prebiotici aumentano quindi le nostre difese immunitarie.

Se presi in modo continuativo hanno effetto sul sistema immunitario. Questi fermenti aiutano ad aumentare le nostre difese contro le minacce di batteri “cattivi”, ma come? Semplice, mantenendo il pH fecale neutro e curando la salute del nostro intestino. 

I fermenti lattici sono una difesa in più contro quei patogeni che possono portare a:

  • malattie infiammatorie intestinali
  • cancro al colon
  • problemi alla prostata

Probiotici e prebitoici ostacolo in definitiva l’affacciarsi dei batteri “cattivi”, impedendo loro di proliferare. 

7. I fermenti più adatti ai bambini 

Una volta spiegato nel dettaglio come e perchè usare i fermenti lattici, vale la pena soffermarsi sulla tipologia destinata ai più piccoli.

Per i bambini, l’assunzione di fermenti lattici può aiutare a contrastare le influenze stagionali nelle scuole o i problemi intestinali legati a una flora batterica ancora in via di sviluppo.  Durante la crescita questi fermenti possono essere un grande alleato per i più piccoli. 

Già normalmente parliamo di prodotti del tutto insapore e facili da ingerire, per i bambini esistono però delle versioni in formato caramella, colorate e al sapore di frutta.

Il Lactosohn Junior è un integratore di  probiotici adatto ai bambini dai 3 anni in sù. Questo prodotto, da assumere giornalmente, contiene vitamine del gruppo B e si presenta in pastiglie a forma di fiori. Con le sue proprietà contribuisce a migliorare l’equilibrio della microflora, a potenziare la flora batterica attraverso l’integrazione di fermenti lattici e aumenta le difese immunitarie. Aiuta inoltre a processare e sintetizzare meglio nutrienti come proteine e calcio, preziosi per la crescita dei bambini.

 

FERMENTI LATTICI PER BAMBINI
Esistono fermenti adatti anche ai più piccoli

 

Come integratore alimentare per bambini, in formato liquido, c’è poi  Ld1 junior, a base di fermenti lisati. Composto da lattosio, lattoferrina, succo concentrato di cranberry e fragola vesca, questo prodotto riduce i processi infiammatori attraverso la regolazione della biodisponibilità del ferro. Grazie al succo concentrato al suo interno contrasta l’adesione di batteri patogeni alle pareti delle cellule intestinali e regola la flora batterica. Attraverso il lattosio, invece, stabilizza il pH intestinale, favorisce la rigenerazione della flora batterica che prolifera in un ambiente reso ottimale. Infine, grazie alla fragola, il prodotto favorisce le proprietà astringenti e depurative dell’intestino. Tutti questi ingredienti tutelano così la corretta eubiosi intestinale e tengono sotto controllo i processi infiammatori gastrointestinali, contrastando intanto lo sviluppo di ceppi batterici patogeni.

8. I migliori fermenti lattici da prendere

Ora che siete a conoscenza di tutti i benefici che comporta l’assunzione continuata di questi integratori, vi proponiamo in elenco alcuni tra i migliori fermenti lattici da prendere per una bella cura ricostituente.

Se avete problemi di intestino pigro vi consigliamo Enterogermina intestino pigro che ha una formulazione specifica a base di probiotici, estratti vegetali e prebiotici. L’azione del probiotico favorisce l’equilibrio della flora batterica intestinale, gli estratti vegetali aiutano invece la regolarità del transito intestinale. Sono inoltre presenti dei frutto-oligosaccaridi che stimolano la crescita e l’attività della flora batterica già presente nell’intestino.

Contro il gonfiore addominale vi proponiamo invece Enterogermina gonfiore a base di enzimi, probiotici ed estratti vegetali. Gli enzimi digestivi  al loro interno svolgono un ruolo fondamentale nella digestione degli alimenti, perché accelerano e catalizzano le reazioni chimiche. Le foglie di menta e frutti di coriandolo sono gli estratti vegetali scelti per aiutare le funzioni digestive e la regolare motilità gastrointestinale. In questo modo viene favorita l’eliminazione dei gas all’origine del gonfiore addominale.

Se siete invece in procinto di partire, non potete non mettere in valigia con voi Enterogermina viaggi . Questo integratore alimentare è particolarmente indicato per favorire l’equilibrio della flora batterica intestinale grazie alla sua formulazione specifica a base di S. boulardii arricchita con Vitamina A, Vitamina D e Vitamine del gruppo B. La speciale formulazione in bustine orosolubili rende il prodotto particolarmente adatto ad essere portato con sé durante viaggi o vacanze.

 

ENTEROGERMINA FERMENTI LATTICI

 

Se cercate un’alternativa 100% vegana c’è invece Veravis plus latte. Questo integratore è a base di senna, aloe, frangula, rabarbaro e cicoria e garantisce la regolarità del transito intestinale. Gli ingredienti al suo interno, che sono cannella, genziana e chiodi di garofano, promuovono la funzione digestiva e l’eliminazione dei gas intestinali

Vi proponiamo infine Lactofer fermenti 24 capsule, per favorire il benessere della flora microbica intestinale e Agar agar con clorofilla che, essendo una fibra solubile, non viene digerita né assorbita dall’intestino e normalizza per questo il volume e la consistenza delle feci, favorendo inoltre la regolarità del transito intestinale.

9. I fermenti lattici per cani

I nostri amici a quattro zampe, esattamente come noi, possono soffrire di problemi intestinali ricorrenti. Nessun problema… esistono dei fermenti anche per i cani. Questi prodotti specializzati aiutano a ripristinare la flora batterica favorendo i processi vitali dell’organismo del tuo migliore amico. I fermenti lattici sono la soluzione ideale per combattere i disturbi gastrointestinali dei cani e per prevenire la comparsa di virus e allergie.

L’organismo umano e quello canino funzionano con meccanismi auto-regolatori molto diversi e pertanto necessitano tipologie di fermenti lattici altrettanto diversi.

Tra quelli quelli più utilizzati e consigliati dai veterinari, vi suggeriamo Florentero,  senza dubbio uno dei più efficaci. Può essere utilizzato durante le diarree acute e i periodi di convalescenza successivi. Aiuta nella riduzione dei disturbi acuti dell’assorbimento intestinale con accresciuto livello di elettroliti a ingredienti ad elevata digeribilità.

Cosa ricordare quando si assumono i fermenti lattici:

I fermenti lattici sono batteri “buoni” che aiutano a regolare il normale flusso intestinale e ad aumentare le proprie difese immunitarie (in particolar modo a seguito di un trattamento antibiotico).

 Possono essere probiotici o prebiotici, i primi riequilibrano la naturale flora batterica intestinale e i secondi fanno da nutrimenti ai batteri della flora. Questi integratori aiutano ridurre la stanchezza, l’affaticamento e  il gonfiore addominale. Sono da prendere a digiuno e lontano dai pasti, ne esistono per ogni tipo di esigenza e sono adatti anche ai più piccoli.

Esisto fermenti lattici adatti anche ai cani, prima di somministrarli si ricorda però di chiedere un parere al proprio veterinario.

Altri articoli sui Fermenti lattici:

Prolac10 fermenti lattici 15 miliardi

Integratore alimentare a base di fermenti lattici vivi con effetto probiotico e prebiotico che favoriscono il fisiologico equilibrio della flora batterica intestinale.

da 14,80 €
Aggiungi
Fermenta plus 7

Integratore alimentare a base di probiotici e vitamine, con zucchero ed edulcorante.

da 12,90 €
Aggiungi

Le domande più frequenti sui Fermenti Lattici

Cosa sono?

Degli integratori alimentari che aiutano a rafforzare il sistema immunitario?

Che differenza c’è tra probiotici e prebiotici?

I primi aiutano a difendere la flora intestinale, i secondi ne aumentano i batteri buoni all’interno.

Quando si prendono?

Come cura ricostituente dopo un trattamento antibiotico o in periodi di forte stress.

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
">
Comunicati
Consigli di Salute
Cura del benessere
Rimedi e Cure
Sintomi e rimedi
Strumenti di salute
Uncategorized